Connect with us

Dai Comuni

Poste di Tricase: pronta la riapertura della succursale

Pubblicato

il


Vicina alla soluzione per la questione affollamento alle Poste di Tricase?





Forse si: la succursale di via Rossini sarebbe prossima alla riapertura. Lo dice il sindaco Antonio De Donno a margine di una telefonata “con il Direttore Provinciale Stanisci e la Direttrice Negro della filiale di Tricase Centro” nella quale sono stati confortati “i comuni sforzi verso la riapertura. Entro la fine del mese“, spiega il sindaco, “si ritiene possa ottimisticamente avvenire la riapertura della succursale, risolvendo per larga parte i problemi odierni di fruizione del servizio lamentati dell’utenza”.




Per poi concludere: “Ringrazio i funzionari di Poste Italiane per la sensibilità e la solerzia nella soluzione del problema, confidando in una positiva definizione anche del potenziamento della filiale di Depressa”.





Il problema della chiusura delle succursali delle Poste di Tricase persiste da quasi un anno. Tra le frazioni di Depressa e Lucugnano e la seconda sede di Tricase, in via Rossini, appunto, si sono susseguiti chiusure, disagi, promesse di installazione Postamat ancora non mantenute e ricadute sulla sede centrale. Qui infatti, in piazza Cappuccini, gli assembramenti sono all’ordine del giorno nell’ultimo periodo.


Cronaca

Non gli curano un mal di denti e aggredisce i medici: denunciato

Un 30enne originario del Mali e residente in provincia di Reggio Calabria, lamentando un forte dolore ai denti, aveva protestato aggredendo verbalmente e fisicamente il personale del Vito Fazzi che gli aveva comunicato di non poter procedere alla estrazione di un dente, così come da lui preteso

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, gli Agenti della Sezione Volanti della Questura di Lecce, sono stati chiamati ad intervenire presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Vito Fazzi su richiesta del personale sanitario, che ha segnalato la presenza di un cittadino extracomunitario che minacciava medici ed infermieri.

C.N., 30enne originario del Mali e residente in provincia di Reggio Calabria, lamentando un forte dolore ai denti, aveva protestato aggredendo verbalmente e fisicamente il personale paramedico lì presente che gli aveva comunicato di non poter procedere alla estrazione di un dente, così come da lui preteso. La sua reazione violenta ha causato momenti di panico all’interno dei locali del presidio ospedaliero.

L’uomo è stato pertanto sottoposto alle necessarie verifiche e nel corso della perquisizione personale, all’interno della tasca dei pantaloni, è stato rinvenuto un coltello da cucina con lama seghettata, che però non è stato utilizzato per esercitare la minaccia.

L’attività espletata si è conclusa con la denuncia per interruzione di pubblico servizio, porto di armi o oggetti atti ad offendere e violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio. Ne è seguito il sequestro del coltello e il suo deferimento all’Autorità Giudiziaria per i reati ascritti in rubrica.

 

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Madame e Melozzi ambasciatori della Notte della Taranta nel segno della libertà

Madame, la nuova Voce libera della musica italiana simbolo della Generazione Z ed Enrico Melozzi, il direttore d’orchestra che ha sbancato Sanremo con i Måneskin,  saranno i maestri concertatori della Notte della Taranta 2021

Pubblicato

il

Dopo la battuta d’arresto dello scorso anno e la decisione di svolgere il concertone a porte chiuse, torna il festival itinerante più famoso d’Italia con 22 tappe e 35 concerti in giro per la Puglia. Il Presidente della fondazione Massimo Manera aveva promesso una rivoluzione rispetto alle precedenti edizioni, affidandone la Direzione Artistica all’Orchestra Popolare Notte della Taranta. Oggi invece è stato finalmente presentato il programma dell’evento che si svolgerà dal 4 al 26 agosto e sono stati annunciati i maestri concertatori del concertone finale di Melpignano del 28 agosto: si tratta di Enrico Melozzi e Madame.

Madame, la nuova Voce libera della musica italiana simbolo della Generazione Z ed Enrico Melozzi, il direttore d’orchestra che ha sbancato Sanremo con i Måneskin,  saranno quindi i maestri concertatori della Notte della Taranta 2021.

Tema del Concertone 2021 è il valore della libertà, che i due artisti sembrano saper sintetizzare perfettamente.

Madame è simbolo di una generazione fluida, in grado di racchiudere temi ed influenze più disparate, riflettendosi in un specchio volutamente rotto nel quale scoprire ogni volta una nuova immagine di sé. Il dialogo con lei porterà l’Orchestra Popolare a confrontarsi con la bellezza della sua musica e del suo linguaggio in equilibrio tra poesia e realtà.

Melozzi è uno dei direttori d’orchestra più qualificati in Italia. Nella sua attività ha favorito il palcoscenico aperto, i progetti condivisi con compagnie, artisti, operatori, spazi indipendenti per sperimentare una progettazione partecipata nei luoghi di formazione e autoformazione, come il Teatro Valle, in cui l’accesso ai saperi e la qualità sono garantiti a tutti. 

Lo spettacolo che chiuderà la 24esima edizione del festival sarà trasmesso per la prima volta da RAI 1,  il 4 settembre alle 22:30. Una nuova sfida di ricerca musicale per la Fondazione Notte della Taranta che punta alla commistione tra linguaggio popolare e urban rock portando i brani della tradizione alla ricerca di inclusione e fluidità.

Il Presidente della regione Emiliano si è così espresso:Ogni libertà, ogni diritto, ogni evento, ogni cosa positiva della nostra vita comporta una lotta dura alla quale non è possibile sottrarsi. La musica del maestro Durante (ex direttore artistico della NdT, venuto a mancare lo scorso giugno), lo confesso pubblicamente, per me è sempre stata una specie di musica di battaglia della Puglia come tutta la musica popolare. Battersi sino in fondo nelle cose in cui si crede è inevitabile” e poi prosegue “La libertà va conquistata ogni giorno nella consapevolezza che da soli non si va da nessuna parte. La contaminazione culturale qui è permanente ed è racchiusa, quasi per un miracolo, nella Notte della Taranta. Mi piace sottolineare che l’orchestra ha sentito il bisogno di comporre all’interno di un luogo dedicato alla socialità degli anziani, segno di questa caratteristica meravigliosa del festival di mettere insieme generazioni diverse. Sono orgoglioso di essere pugliese per infiniti motivi. Sta a noi cambiare le cose ogni giorno con la pazienza di un contadino o di chi scrive musica”.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Trasporti abusivi, assembramenti e sinistri: l’estate dei senza regole a Gallipoli

Non allenta la presa sull’abusivismo dei trasporti che continua ad infuriare nel gallipolino; inoltre, nei giorni scorsi è stato sanzionato e chiuso per 5 giorni un lido balneare di Baia Verde per violazione della normativa anti-covid; infine una coppia di 20enni, a bordo di uno scooter, è stata violentemente tamponata da una macchina che poi si è data alla fuga senza prestare i soccorsi

Pubblicato

il

Il Commissariato di P.S. di Gallipoli non allenta la presa sull’abusivismo dei trasporti che continua ad infuriare nel gallipolino. Nella sola giornata di ieri, gli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, hanno fermato e sottoposto a controllo di polizia altri due conducenti di navette, dopo che solo due giorni fa avevano sorpreso un autista abusivo ed in possesso di armi con a bordo dei turisti. Anche stavolta i conducenti erano sprovvisti di titolo autorizzativo, portando il conto dei sanzionati a ben 10 negli ultimi giorni! Ad entrambi è stata comminata la sanzione amministrava, ritirata la carta di circolazione e sottoposto a fermo amministrativo del veicolo impropriamente usato per il trasporto di turisti.

Inoltre, nei giorni scorsi è stato sanzionato e chiuso per 5 giorni un lido balneare di Baia Verde per violazione della normativa anti-covid, a seguito di assembramenti di giovani vacanzieri sorpresi mentre erano intenti a ballare senza rispettare il distanziamento e senza indossare le mascherine.

Infine, verso 4 della mattina di ieri, sul centralissimo Corso Roma di Gallipoli frequentato da numerosissimi giovani, una coppia di 20enni, a bordo di uno scooter, è stata violentemente tamponata da una macchina che poi si è data alla fuga senza prestare i soccorsi; ad avere la peggio una ragazza a bordo finita in ospedale con 7 giorni di prognosi. Grazie alla descrizione del veicolo ed alla targa, fotografata tempestivamente dai due malcapitati, gli agenti della squadra volante del Commissariato di P.S. di Gallipoli, hanno rintracciato il responsabile dell’incidente stradale. Si tratta di un coetaneo originario di Bitonto che è stato denunciato per il reato di omissione di soccorso e lesioni a seguito di sinistro stradale.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus