Connect with us

Tricase

Arriva a Tricase il treno del jazz

Giunto oramai alla IV edizione, il Locomotive Jazz Festival di Sogliano (patrocinato oltreché dal Comune di Sogliano, anche dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dalla Camera di Commercio di Lecce) si configura anche quest’anno come uno degli eventi musicali di alta qualità che contribuiranno ad allietare l’estate salentina, con performances di artisti di altissimo livello.

Pubblicato

il

Giunto oramai alla IV edizione, il Locomotive Jazz Festival di Sogliano (patrocinato oltreché dal Comune di Sogliano, anche dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dalla Camera di Commercio di Lecce) si configura anche quest’anno come uno degli eventi musicali di alta qualità che contribuiranno ad allietare l’estate salentina, con performances di artisti di altissimo livello.

In un’ottica di aggregazione delle risorse artistiche territoriali, questa edizione è ricca di novità, sorprese e soprattutto di “compagni di viaggio”, grazie all’iniziativa “From Station to Station”, il treno della musica, che martedì 4 agosto partirà da Lecce, si fermerà a San Cesario, successivamente a Zollino e giungerà infine a Tricase. Questo è il primo evento con il quale la nascente Associazione Culturale “Sud-Est Jazz Project” si presenta proprio alla città tricasina, primo di una serie di appuntamenti culturali e musicali in calendario. “Il Jazz incontra la Banda”: è questa la novità, uno dei connubi musicali tra i più accattivanti ed effervescenti, poiché in questo contesto il Jazz, musica colta ma di origine popolare, incontrerà la banda, secondo il progetto del trombettista Paolo Fresu, con il fine di creare una piena aggregazione artistica e popolare, in cui il pubblico diventa spettatore e protagonista di un evento itinerante, teso alla riscoperta e valorizzazione del paesaggio salentino, grazie anche alle Ferrovie del Sud Est, che ne rappresentano il filo conduttore e che in questo progetto sono uno dei soggetti promotori di prestigio. Il cast degli artisti comprende il già citato Paolo Fresu, che lungo il percorso incontrerà altri artisti ben noti agli appassionati del genere, ma soprattutto talentuosi musicisti della nostra provincia, i quali hanno già avuto modo di farsi apprezzare per le loro doti: si tratta di Raffaele Casarano e Cesare Dell’Anna. Il tutto sarà reso godibile dalla effervescente “Girodibanda”, formazione composta in parte da musicisti della nostra terra. Appuntamento, dunque, martedì 4 alla Stazione FSE di Tricase

Gianna Marchese
Maurizio Durante

Cronaca

Terremoto in Albania, vigili del fuoco di ritorno

Finita fase di emergenza. Gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce tornano nel Salento

Pubblicato

il

Ufficialmente chiusa la prima fase dell’emergenza in Albania i nostri Vigli del fuoco dopo una cinque giorni (e notti) di duro lavoro passata a scavare tra le macerie e ad aiutare dove possibile si apprestano a tornare a casa.

Questa sera, alle 23, anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce si imbarcheranno coi loro mezzi per fare ritorno in Italia.

Nel frattempo dal Belpaese è arrivato il cambio: forze fresche che parteciperanno alle operazioni di sopralluogo e verifica statica degli edifici danneggiati ma rimasti in piedi.

Confermato che sono terminate le ricerche di eventuali superstiti o corpi senza vita tra le macerie, il bilancio al momento è di 50 morti, circa 2mila feriti e, secondo i dati preliminari, circa 900 edifici a Durazzo e oltre 1.465 nella capitale Tirana con gravi danni strutturali.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Tricase accende il Natale

Su iniziativa dell’Associazione Commercianti, domani, in piazza Pisanelli via alle feste con le voci del Coro Spirito d’Armonia accompagnate dalle note del pianista Roberto Esposito

Pubblicato

il

Tricase si prepara per celebrare al meglio le feste di Natale.

L’Associazione Commercianti (oltre 200 esercenti) ha provveduto all’installazione delle luminarie con oltre 400 punti luce per oltre 10 km, comprese le frazioni di Depressa e Lucugnano.

Anche quest’anno, come per il 2018, l’associazione tricasina dei commercianti ha inteso diffondere il più possibile la festa attraverso le luminarie e non concentrarla solo al centro del paese.

Inoltre l’Associazione, guidata dalla presidente Stefania Palmieri, ha affidato alla Ditta Luminarie De Cagna l’installazione nel centro storico di luminarie artistiche ispirate al Natale.

Sempre per quanto riguarda il centro storico da segnalare una sinergia tra le associazioni (Commercianti, Tricasémia, CleanUp, Pro Loco, Comitato Festa San Vito e Scout) ognuna delle quali darà il suo contributo in termini di luci ed addobbi per rendere magica l’atmosfera nei giorni di festa.

Lo start alle festività natalizie, domani, domenica 1° dicembre, alle 18,30, in piazza Pisanelli, quando l’Associazione Commercianti inaugurerà il Magico Bosco di Natale: la piazza si accenderà con le voci del Coro Spirito d’Armonia, dirette dal M° Pasquale Gelsomino e accompagnate dalle note del pianista e compositore Roberto Esposito.
Anche AIL SALENTO sarà presente sin dal mattino con un proprio stand portando in piazza le Stelle di Natale.

 

Continua a Leggere

Attualità

Tricase: “La maggioranza non esiste più”

“Se la minoranza si fosse allontanata il Consiglio sarebbe saltato ed addio a rotatoria…”

Pubblicato

il

“La maggioranza non ha i numeri per deliberare”, attacca Nunzio Dell’Abate, consigliere di minoranza al Comune di Tricase, “in pratica non esiste più. Nel lungo Consiglio di ieri sera ha dato prova concreta che non è più in grado di governare Tricase, pur con tutta la stampella pentastellata.

All’ordine del giorno c’erano delibere di vitale importanza per la comunità che andavano approvate entro il termine perentorio del 30 novembre: la variazione dell’elenco annuale dei lavori pubblici e di bilancio per consentire la realizzazione di opere come la rotatoria all’ingresso di Lucugnano o l’asfalto di diverse strade; il riconoscimento di debiti fuori bilancio la cui mancata approvazione avrebbe esposto le casse comunali ad ulteriori esborsi; la richiesta alla Regione dei contributi in materia di diritto allo studio.

Se la minoranza si fosse allontanata”, rincara la dose dell’Abate, “il Consiglio sarebbe saltato ed addio a rotatoria, asfalto, pagamento di debiti e contributi regionali. Eppure la contrapposizione dei ruoli (chi governa deve essere autosufficiente) avrebbe più che giustificato l’abbandono della seduta. Invece no, siamo tutti rimasti dentro.

Se tutto questo da una parte esalta il senso civico dei consiglieri di minoranza che vanno ringraziati uno ad uno” chiude il consigliere, “dall’altra certifica inesorabilmente il fallimento di questa amministrazione”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus